Chi si rivolge alla medicina estetica, oggi, desidera ottenere risultati naturali, ritrovare un volto giovane e sano, senza stravolgerne i tratti. Proprio questi sono i principi fondamentali di Genotherapy, un protocollo brevettato e innovativo dagli incredibili risultati grazie alle sue 4 fasi.

È un trattamento di medicina estetica naturale, preventiva e antiaging, non invasivo, indolore e personalizzato per il ringiovanimento del viso e per la correzione delle imperfezioni della pelle: rughe, pelle spenta o poco tonica o che tende alla pigmentazione, cute seborroica, acne, pori dilatati. 

Ci permette di fare un biolifting di viso, collo, decollete e mani ed è eseguito esclusivamente da medici competenti. È indicato anche per le persone giovani che vogliono prevenire l’invecchiamento e controllare la produzione di sebo e melanina, responsabili di molti inestetismi cutanei.

Il nostro corpo è costituito da moltissime cellule, tutte soggette ad un ciclo di rinnovamento (nascita, crescita, invecchiamento e sostituzione con nuove cellule). Col passare del tempo però, questo meccanismo si rallenta ed è proprio questo rallentamento del processo di sostituzione cellulare che porta all’invecchiamento e, soprattutto su tessuti come pelle e capelli, si nota ad occhio nudo.

Non tutte le persone, comunque, invecchiano allo stesso modo. Infatti gli effetti dell’invecchiamento sono diversi da persona a persona perché dipendono sia dalla genetica (dalla presenza o meno di alcune varianti nei geni coinvolti nel processo di invecchiamento) sia dalle abitudini di vita. Ad esempio l’esposizione a raggi UV per lungo tempo senza protezione porta all’invecchiamento precoce della pelle. Altre abitudini negative sono l’alimentazione scorretta, il fumo e l’alcol, fattori che sono comunque collegati a loro volta al DNA.

Una volta che si riconoscono i meccanismi di invecchiamento del tessuto cutaneo, si possono prevenire, ma soprattutto si possono cercare delle soluzioni mirate alla situazione della singola persona. Tra queste, uno dei sistemi più innovativi è Genotherapy.

Con il protocollo Genotherapy è finalmente possibile ritrovare un viso giovane e luminoso grazie ad una tecnologia all’avanguardia, all’efficacia testata e alla sicurezza certificata dai maggiori enti certificatori e approvata dal Ministero della Salute. L’efficacia del trattamento è data dal fatto che attraverso una stimolazione endogena si effettua una biorivitalizzazione che comporta un’immediata distensione delle fibre collagene e un aumento del metablolismo dei fibroblasti, cellule presenti nel derma capaci di rigenerare la pelle, che producono acido ialuronico, elastina e collagene. Quindi saranno gli stessi fibroblasti a produrre le proteine di cui la pelle necessita in quel momento, senza somministrare o iniettare nulla dall’esterno. Se si effettua un controllo ecografico prima e dopo la seduta si può notare un aumento dei fibroblasti, un aumento dello spessore del derma, un rimodellamento e un riallineamento delle fibre collagene, che precedentemente si presentavano frastagliate e non allineate secondo le linee di tensione.

Con Genothecnology le cellule vengono rieducate e nutrite in profondità quindi l’effetto è visibile immediatamente e duraturo nel tempo

Il protocollo Genotherapy si divide in 4 fasi:

la fase 1 in cui si effettua il test genetico, semplice e non invasivo in quanto si raccoglie un campione di saliva con un tampone orale dal quale si estrapola il materiale genetico da analizzare. Si analizzano due indici di rischio: il crono-invecchiamento (determinato da una degenerazione cutanea dovuta al tempo) e il foto-invecchiamento (processo che deriva dall’esposizione ai raggi UV, da un’alimentazione scorretta e da un eccessivo consumo di alcol e fumo). Tutti questi fattori causano una condizione di stress ossidativo che compromette il rinnovamento dei tessuti.

Una volta ottenuti i risultati del test genetico si entra in fase 2, cioè si producono dei gel specifici, chiamati dermoattivi (dispositivi medici di classe 1), arricchiti con dei principi attivi utili ad effettuare un trattamento personalizzato sulla situazione del singolo paziente e vengono veicolati in profondità nel derma in combinazione col dispositivo.

Si passa quindi alla fase 3, cioè l’utilizzo di Genothecnology, un dispositivo medico di classe 1 che stimola la pelle dall’interno sfruttando il calore endogeno ed esogeno prodotto da onde radio a media frequenza secondo il processo della diatermia. In questo modo i dermoattivi riescono a penetrare in profondità aumentando il metabolismo dei fibroblasti e stimolando una sorta di distensione per quanto riguarda le fibre che compongono il collagene. 

L’ennesima novità è l’utilizzo del micromanipolo bipolare (brevettato), uno strumento che permette di agire su tutte quelle porzioni del viso delicate e difficili da trattare come il contorno delle labbra (compreso il cosiddetto “codice a barre”), la zona perioculare, le palpebre, la zona di borse e occhiaie, la zona frontale e le rughe della parte superiore del viso che si possono trattare con risultati ottimali. Questo si ottiene perché il micromanipolo eroga solo radiofrequenze e non calore esogeno.

Il protocollo prevede l’effettuazione di 12 sedute a cadenza mensile la cui durata varia in base al numero di zone trattate. Questo perché, da studi scientifici, la rigenerazione cellulare avviene in media ogni 27-32 giorni e di conseguenza effettuare un trattamento con questa cadenza permette un vero e proprio allenamento cellulare, cioè si stimola la rigenerazione fibroblastica in modo completamente naturale e seguendo i ritmi fisiologici della divisione cellulare, ottenendo così dei risultati duraturi.

La fase 4 prevede la possibilità di utilizzare delle creme genetiche antiage ad uso giornaliero, preparate con un siero personalizzato sulla base dei risultati del test genetico per ottimizzare e velocizzare i risultati del sistema Genotherapy a casa.

I risultati che si ottengono sono una pelle più tonica, elastica e luminosa, una riduzione del rilassamento cutaneo, dei risultati duraturi nel tempo con un rallentamento dell’invecchiamento cutaneo, un’attenuazione delle rughe della parte superiore del volto, una diminuzione del codice a barre e un netto rialzo palpebrale, nonché un biolifting della parte inferiore del volto con ricompattamento dell’ovale del viso e un rialzo degli zigomi. Inoltre si migliora la salute della pelle anche per quanto riguarda pelli delicate o acneiche o con imperfezioni o problematiche di varia natura, in quanto si può personalizzare il trattamento. È un trattamento adatto quindi a tutti i tipi di pelle e di età, sicuro efficace e piacevole, e può avere una massima personalizzazione poiché si basa sulle proprie caratteristiche uniche del DNA. Rieduca le cellule a produrre collagene, elastina e acido ialuronico; regola la produzione di sebo, melanina e riduce l’infiammazione e lo stress ossidativo.

Per effettuare una prima valutazione e una prova gratuita del trattamento si può prenotare un appuntamento.